inglese italiano  facebook  twitter  Contattaci

Bagoss


Negli archivi del Comune di Bagolino sono catalogati documenti, che a partire dal 1500 raccontano del formaggio e del burro della Valle del Caffaro. Dopo tanti anni la qualità e le caratteristiche organolettiche del Bagòss sono rimaste le stesse: la sia fama ha varcato i confini nazionali, ottenendo importanti riconoscimenti e divenendo un efficace mezzo di promozione per tutta la Valle del Caffaro. La lavorazione del latte per l'ottenimento del Bagòss inizia con la scrematura. Versato in una caldaia il latte viene scaldato a fuoco lento. Poi si aggiungono caglio ed un pizzico di zafferano che darà alla pasta la tipica colorazione dorata proprio come la volevano gli antichi Dogi di Venezia. Ottenuta la cagliata questa viene sminuzzata, polverizzata e cotta ad una temperatura trai 45 e 50 gradi. La massa compatta e cotta viene estratta dalla caldaia con l'aiuto di una tela, quindi posta in fascera sul banchetto. Da qui pigliata prima con l emani e poi con il peso di un asse. E' questo il momento in cui viene apposto il marchio che contraddistingue il vero Bagòss dalle imitazioni. 

Pronta per la salatura, che avviene sempre a secco ogni due settimane per 40 giorni, ogni forma viene posta in cantina per la stagionatura. Ma il lavoro non è terminato, ogni forma viene costantemente pulita dallo spurgo, unita con olio di lino, rigirata più volte fino a maturazione.

Diametro

40/50 cm

Scalzo

diritto cm 10/12

Peso
15 - 18 kg
Crosta

bruna rossiccia (per ossidazione dell'olio di lino)

Pasta

giallo paglierino semicotta

Sapore

intenso aromatico, talvolta piccante

Stagionatura

12 - 24 mesi in media, raro quello di 36 - 48 mesi

 


 

Produttori correlati



Recapiti

GAL-GARDAVALSABBIA scarl
Via Mulino Vecchio, 4
25087 Barbarano Salò (BS)
tel: 0365 21261
fax: 0365 20944
P.IVA/CF: 02356600987

E-mail | PEC
www.gal-gardavalsabbia.it
www.laterratraiduelaghi.it

Altri Servizi

Newsletter